Jump to content

Bonomyces sinopicus (Fr. : Fr.) Vizzini 2014


Recommended Posts

Bonomyces sinopicus (Fr. : Fr.) Vizzini 2014

Tassonomia
Divisione Basidiomycota
Classe Agaricomycetes
Ordine Agaricales
Famiglia Tricholomataceae

Specie simili
Clitocybe sinopica (Fr. : Fr.) P. Kumm. 1971

Etimologia
L'epiteto sinopicus deriva dal latino sinopicus = color terra rossa proveniente della città di Sinope in Turchia.

Cappello
4-7 cm di diametro, inizialmente convesso, piano nella zona centrale, a maturazione piano-depresso, profondamente ombelicato o imbutiforme, con margine involuto nei giovani esemplari, a volte lobato in età adulta. La cuticola è asciutta, finemente squamulosa, di colore rosso-mattone o bruno-fulvo, tende a decolorarsi negli esemplari maturi.

Lamelle
Imenoforo a lamelle mediamente fitte e leggermente decorrenti, diseguali e forcate, biancastre in tenera età, crema pallido con riflessi giallognoli a maturazione. Allo stadio iniziale di crescita si possono notare delle anastomosi in relazione alla decorrenza del gambo, filo concolore e liscio.

Gambo
3,5-7 × 1 cm, raramente più largo, concolore al cappello o appena più chiaro, cilindrico, può presentarsi leggermente allargato verso la base, di buona consistenza, pieno o farcito, con superficie liscia di aspetto setoso-fribilloso, con zona tipicamente furfuracea all'apice e con presenza di residui miceliari (rizoidi) alla base.

Carne
Leggermente fibrosa nel cappello, stopposa nel gambo, tenace e quasi coriacea nella zona corticale. Alla sezione è biancastra, arancio-rossastra nella zona sottocuticolare ed ai margini del gambo, odore e sapore di farina fresca.

Habitat
Specie non molto frequente, cresce isolata o a gruppi di pochi esemplari ai margini di sentieri, tagli boschivi o foreste molto aperte di conifere, prediligendo Picea abies e Abies alba, esclusivamente in primavera e inizio estate.

Commestibilità e Tossicità
Commestibile, ma di poco pregio a causa della carne un poco fibrosa.

Somiglianze e Varietà
Clitocybe subsinopica Harmaja, secondo M.Bon ed altri autori, predilige le foreste di Pinus spp. e fruttifica nell'Europa settentrionale (penisola scandinava) e avrebbe un odore non così marcato;
Clitocybe sinopica var. aureospora Contu si distingue per le caratteristiche lamelle colorate di giallo dorato e per l'odore meno intenso;
Clitocybe vermicularis (Fr.) Quélet è specie più minuta, presenta un cappello leggermente viscoso con tempo umido, lamelle decorrenti e bruno-rossastre a maturazione, gambo molto pruinoso, con rizoidi miceliari bianchi che inglobano il substrato di crescita, odore erbaceo;
Clitocybe squamulosa (Pers.: Fr.) Kummer si distingue per la cuticola del cappello feltrata e ricoperta da piccole squamule, ha lamelle molto decorrenti e la base del gambo ricoperta da feltratura biancastra.
Clitocybe lateritia Favre, di taglia minuta e di colorazioni pileiche più scure, che fruttifica in un habitat esclusivamente alpino sotto Salix erbacea L.

Osservazioni
La singolare crescita primaverile e le colorazioni del corpo fruttifero su toni bruno-fulvo-rossastri in netto contrasto con il biancastro delle lamelle, insieme alle proprietà organolettiche ricordanti la farina fresca, caratterizzano e rendono questa specie di determinazione relativamente facile, anche rispetto ad altre specie dello stesso genere.

Scheda AMINT tratta da Tutto Funghi

Regione Lombardia, Spiazzi di Gromo; Maggio 2006; Foto di Massimo Biraghi
(Exsiccatum MB20060521-79)

post-12947-0-93303700-1469116334.jpg

Link to comment
Share on other sites

  • Pietro Curti changed the title to Clitocybe sinopica (Fr. : Fr.) P. Kumm. 1971
  • Tomaso Lezzi changed the title to Bonomyces sinopicus (Fr. : Fr.) Vizzini 2014
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use Privacy Policy