Jump to content

Recommended Posts

Cyclocybe cylindracea (DC.) Vizzini & Angelini; Regione Lombardia; Aprile 2014; Foto di Massimo Biraghi.

Località parco Itala, Osio Sotto. Su legno degradato di Pioppo nero.

post-2286-0-80235900-1396467553.jpg

post-2286-0-57206900-1396467564.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cyclocybe cylindracea (DC.) Vizzini & Angelini; Regione Umbria; Novembre 2015; Foto di Stefano Rocchi.

post-9732-0-45120000-1447518346.jpg

Il particolare dell'anello ampio, membranoso e persistente.

post-9732-0-68147300-1447518468.jpg

post-9732-0-06106000-1447518473.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cyclocybe cylindracea (DC.) Vizzini & Angelini; Regione Lazio; Marzo 2019; Foto di Felice Di Palma.

Su tronco tagliato di Acero, in pieno centro cittadino.

IMG_0799.jpg.26670b4b951247dc561bb87f5aab8491.jpg

APC_0006.jpg.b12f2901ac612672eeb11eaa7628b41b.jpg

Spore (7,89)8,01-8,62-9,43(9,63) × (4,93)5,02-5,8-5,80(6,00).

DSC_1286.jpg.076e2f6896ee8cf617dcc18b13bfab22.jpg

Cistidi del filo lamellare.

DSC_1297.jpg.7380379f3f8a951ade343a42bba997dc.jpg

DSC_1332.jpg.51017cd529f2e73d339c979535d39f97.jpg

Basidi e Cistidi imeniali.

DSC_1311.jpg.3ac99e7bee30ea74174dcfc1007fb15f.jpg

DSC_1309.jpg.eb6caca92f025c4f6a3a609e0425ed46.jpg

DSC_1316.jpg.3762f060e93dc88ad84c8cdcb73a284f.jpg

DSC_1314.jpg.4b32c0c5d43ba81fe8e32931e36693d9.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cyclocybe cylindracea (DC.) Vizzini & Angelini; Ungheria; Giugno 2017; Foto di Pietro Curti.

Su residui legnosi interrati su prato stabile di un parco cittadino, il confronto con moneta da un euro.

piopponi.jpg

piopponi1.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cyclocybe cylindracea (DC.) Vizzini & Angelini; Regione Toscana; Maggio 2018; Foto di Alessandro Francolini.

Reperibile dalla primavera all’autunno inoltrato specialmente sui tronchi di Pioppo vecchi, ma anche su altri alberi (Olmi, Salici, Querce, Fichi, ecc.).
Ottimo commestibile, si consiglia di scartare i gambi spesso troppo duri e coriacei, in particolare negli esemplari maturi. Si tratta di una specie tra le più conosciute e raccolte da sempre, apprezzato anche nell’antichità. Oggi viene intensamente coltivata in modo redditizio ed è facile trovarla in vendita presso tutti i mercati italiani in ogni periodo dell’anno.

Alcune colonie di piopparelli, fotografati all'interno di una proprietà privata di un amico... che mi ha seguito "passo, passo" per paura che glieli portassi via!

DSC03158.JPG.f8ee7a9c108558c135cb233bc978c31a.JPG

DSC03159.thumb.JPG.39ea364557f6cd5ba29475bd04637db0.JPG

DSC03151.JPG.ae0db8d37c95bef1f0697ece6dbd103f.JPG

DSC03152.JPG.c419dca913712f93707f1ac43278a99c.JPG

DSC03154.JPG.1baaf7d114c7f21abe3ff219a351effc.JPG

DSC03155.JPG.5b17f9a79b4b656a21bc2fea5e0527ef.JPG

Share this post


Link to post
Share on other sites

×
×
  • Create New...

Important Information