Vai al contenuto

Claudio Angelini

Soci AMINT
  • Numero contenuti

    3221
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su Claudio Angelini

  • Categoria
    Super Utente
  • Compleanno 23/06/1956

Profile Information

  • Residenza
    Porcia (PN)
  • Interessi
    micologo - veterinario - arte - musica - cucina

Visite recenti al profilo

8441 visite nel profilo
  1. Un'altro lacrimoso

    Potrebbe essere un'ipotesi valida, ma....risposte certe, soprattutto su esemplari giovani di Polyporaceae s.l., non esistono ... se vuoi risposta certa dovrai mandarlo a sequenziare. ciao
  2. bruco da determinare

    potrebbe essere Daphnis nerii?
  3. bruco da determinare

    quattro anni fa avevano regalato una cassapanca dal Tibet ed era spuntato qualcosa di simile che uccisero ... oggi è risbucato qusto coso .... ho un video del bruco che si muove in maniera mooolto strana se stmolato ... qui non si possono postare video Tom, vero?
  4. bruco da determinare

    qui in provincia di Pordenone sul prato dicasa di una conoscente ... diametro 1,5cm lungo 7 cm ... bello grosso!
  5. qualcuno di voi lo conosce? grazie per l'aiuto Claudio
  6. T. terreum velenoso, addirittura mortale?

    è uscito, finalmente, l'articolo ufficiale di smentita .... che figura hanno fatto quei cinesi ..... quindi ... Tricholoma terreum (gruppo) .... sono tornati commestibili e anche venduti! jejejeje l'articolo (in inglese, ovviamnente) può essere richiesto direttamente all'autore Nicola Sitta: nicolasitta@libero.it Claudio
  7. lepiota sp. ?

    mi orienterei più sul genere Leucoagaricus ... forse L_macrorhizus ciao
  8. T. terreum velenoso, addirittura mortale?

    eccomi ... come dice Piero, avevamo già affrontato l'argomento ... e per me era storia conclusa. il link suggerito da Emidio non è all'articolo pubblicato, ma ad un riassunto ... tralaltro mal fatto non so da chi ... consiglio sempre di informarsi e di leggere e studiare bene gli articoli in originale prima di trarre delle conclusioni o promuovere falsi allarmismi, soprattutto a chi fa "serate di divulgazione micologica" .... vi aggiorno sullo stato dell'arte .... Intanto c'è stata una risposta all'articolo in questione ed una presa di posizione ufficiale da parte della tossicologa della VAPKO svizzera, dott.ssa Katharina Schenk-Jäger: http://www.vapko.ch/index.php/it/news/318-prise-de-position-de-l-ussm-et-du-conseil-central-de-la-vapko-concernant-la-recente-publication-de-l-etude-sur-la-toxicite-du-tricholome-terreux-2 Poi ... Gli Autori Paolo Davoli e Nicola Sitta hanno da un anno mandato un articolo di smentita, ma la rivista si guarda bene dal pubblicarlo perchè i cinesi si sono dimostrati superficiali scientificamente parlando e con la coda di paglia lunga chilometri! Uno degli Autori dell'articolo della controreplica (Sitta) mi ha così risposto: << Ciao Claudio, ti rispondo mettendo in copia Paolo Davoli, perché sta andando ancora avanti l'annosa questione della nostra risposta alla rivista, a oltre un anno di distanza da quando l'abbiamo presentata. La rivista prima ha mandato il nostro comment a un referee, ci hanno chiesto di "moderare un po' i toni", abbiamo ritoccato un po' e ci hanno accettato il lavoro. Poi dovevano dare la possibilità di replica ai Cinesi... questi si sono presi anche più dei 6 mesi di tempo massimo e poi hanno mandato una risposta arrogante, in loro stile... la rivista si è trovata in difficoltà e Paolo ha dovuto usare tutta la sua tenacia per avere risposta e farsi mandare il testo dei cinesi. Ora abbiamo replicato, stiamo pretendendo che la nostra risposta sia comunque pubblicata visto che già accettata, e adesso sono loro a dover moderare i toni... Ti dico tutto ciò perché il principale argomento su cui hanno contrattaccato è proprio il metodo di calcolo dei quantitativi, facendo una trasposizione fra cavia e uomo. Noi avevamo utilizzato il criterio in peso, loro (visto che è a loro più favorevole, nel senso che basterbbe un quantitativo meno gigantesco di funghi) il criterio per superficie corporea. In ogni caso ci sono ben altri argomenti... per esempio non citano in bibliografia tutti i lavori di Nieminen dal 2005 al 2009 (ben 4 articoli) in cui, basandosi sulle cavie, quanto loro hanno scritto sul terreum, veniva già dimostrato per varie altre specie fungine>> Il problema sta soprattutto qui ... sul calcolo della DL50 sui topi e la trasposizione del calcolo sull'uomo .... i cinesi si sono ben guardati dal fare i calcoli e non conoscono o fanno finta di non conoscere gli articoli pubblicati sul come fare i calcoli! Rispondo a questo ultimo punto fondamentale con la risposta ufficiale di Paolo Davoli: << Per farla breve, la quantità di T. terreum che un uomo dovrebbe ingerire per raggiungere la LD50 riportata per i topi varia a seconda del metodo che si sceglie per la conversione del dosaggio dall'animale all'uomo. Non esiste un metodo universalmente condiviso. Se si applica il semplice criterio del peso corporeo, siamo sui 150-240 kg di funghi freschi, mentre se si fa riferimento alla superficie corporea (BSA scaling) allora si scende a 12-20 kg di funghi freschi! Con queste quantità, altro che rabdomiolisi!!>> Quindi rimane valido quanto avevamo già detto nella precedente discussione. Claudio
  9. altro fungo sconosciuto

    non si vede l'attacco delle lamelle al gambo e non ci dai altri dati macro .... per cui è difficile dire cosa potrebbe essere ... ma non mi stupirei se fosse un chiodino vecchio a "fine carriera" .... ciao
  10. di che cosa si tratta?

    gruppo della A: rubescens ... forse Amanita franchetii ... mancano particolari (base gambo), sezione e altri dati macro. ciao
  11. Hebeloma crustuliniforme ?

    per me ok. ciao
  12. Tricholoma

    opto per album .... come proposto... non vedo betulla. ciao
  13. Altro fungo da identificare

    ma... alla fine che specie è?
  14. Russula nigricans o densifolia ?

    le sfumature rosa potrebbero far pensare a R, anthracina .... ciao
  15. Psathyrella sp ?

    auguri! jejejeje
×

Important Information