Vai al contenuto

Stefano Rocchi

Soci AMINT CSM
  • Numero contenuti

    4912
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su Stefano Rocchi

  • Categoria
    Super Utente
  • Compleanno 17/05/1967

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  • Residenza
    Spello (PG)
  • Interessi
    Corsa e naturalmente Funghi

Visite recenti al profilo

10296 visite nel profilo
  1. Purtroppo nel fine settimana della Madonna ho in programma una gita fuori Spello. In caso di variazione del mio programma mi aggiungerò al gruppo, tanto sarò solo io. Stefano
  2. Stefano Rocchi

    Da determinare

    Ciao Giovanni! Ora si chiama Saproamanita vittadinii Stefano
  3. Stefano Rocchi

    Minuscoli bianchi su legno

    Grazie Giovanni Hemimycena lactea sembra prediligere conifere, a questo punto sarei orientato per Hemimycena cephalotricha ... spero in una conferma microscopica prossimamente Stefano
  4. Stefano Rocchi

    Minuscoli bianchi su legno

    Grazie Flavio penso che con il genere Hemimycena ci siamo Stefano
  5. Stefano Rocchi

    Postia sp??? Tremiti

    Ci sarebbe da controllare l'imenoforo ma anche io stessa impressione di Flavio per Schizophyllum commune Stefano
  6. Stefano Rocchi

    Minuscoli bianchi su legno

    Ciao a tutti Su pezzo di legna di latifoglia, dimensioni ridottissime, il più grande ha il cappello largo 2 mm circa. Simili ho visto Cudoniella sp. o Hymenoscyphus sp. ma questi credo siano altro. Mi potete dare qualche indicazione? Poi vedrò di confrontare microscopia. Stefano
  7. Stefano Rocchi

    Lignicolo

    Ok anche habitat conferma Postia caesia Stefano
  8. Stefano Rocchi

    Lignicolo

    Ciao Pietro, studio i lignicoli ma non sono un esperto determinatore! Comunque condivido la vostra ipotesi.. la superficie sterile leggermente irsuta la dovrebbe distinguere dalla simile Postia subcaesia che la ha in genere solo pubescente. Il substrato cosa era? Stefano
  9. Stefano Rocchi

    Da determinare, Milano

    Dall'aspetto generale direi Ganoderma sp. Stefano
  10. Ok Enzo! Giovanni, timido ma leggo assai dannoso! Grazie delle risposte Stefano
  11. Stefano Rocchi

    2018.06 - Umbria - Tutor Luigi

    Trichaptum biforme (Fr.) Ryvarden 1972; Regione Umbria; Giugno 2018; Foto e microscopia di Stefano Rocchi. Bel lignicolo dai colori glicine-viola rinvenuto su legno marcescente di latifoglia. Spore 4,2-6,4 × 2,1-3,3 µm; Qm = 2, ciindriche spesso ripiegate su di un lato, ialine, lisce, con pareti sottili e non amiloidi. Spore 4,2-6,4 × 2,1-3,3 µm; Qm = 2, ciindriche spesso ripiegate su di un lato, ialine, lisce, con pareti sottili e non amiloidi. Osservazione in acqua a 1000×. Osservazione in Melzer a 1000×.
  12. Stefano Rocchi

    2018.06 - Umbria - Tutor Luigi

    Gymnopus foetidus (Sowerby : Fr.) J.L. Mata & R.H. Petersen; Regione Umbria; Giugno 2018; Foto e microscopia di Stefano Rocchi. Rinvenuto su legno di latifoglia a terra. Cappello ombelicato, decorato sulla superficie da evidenti scanalature e lamelle rade e venose. Gambo solcato di colore bruno-nerastro. Carne sottile ma assai elastica. Spore 7,7-9,6 × 4,3-5 µm; Qm = 1,9; ellittiche, per alcuni autori a forma di semi di arancia, non amiloidi. Il simile Gymnopus brassicolens (Romagn.) Antonín & Noordel. si distingue per il cappello non scanalato ma solo striato, per le lamelle serrate e non venate, per una crescita di norma interrata su detriti legnosi e non su legni scoperti ed infine per le spore più piccole. Spore 7,7-9,6 × 4,3-5 µm; Qm = 1,9; ellittiche, per alcuni autori a forma di semi di arancia. Osservazione in acqua a 1000×. Osservazione in Melzer a 1000×. Nessuna reazione amiloide.
  13. Ciao a Tutti da un paio di giorni staziona sul mio pero un insetto curiosissimo, come mi avvicino si nasconde subito dietro il ramo e come giro gira anche lui ...non gli piace essere osservato! Mai visto...qualche indicazione? Stefano
  14. Stefano Rocchi

    2018.06 - Umbria - Tutor Luigi

    Scleroderma bovista Fr. : Fr.; Regione Umbria; Giugno 2018; Foto e microscopia di Stefano Rocchi. Rinvenuto lungo il bordo di una strada sotto Querce. Carpofori larghi circa 5 cm, rotondeggianti, di colore nocciola chiaro, crema, macchiati di bruno-rossiccio nelle parti erose o contuse. La superficie è all'apparenza liscia ma a un attento esame mostra lievi screpolature o squamature soprattutto nella parte sommitale. il peridio è stretto, misura più o meno un mm e ha un colore tendente al bruno-giallastro. Vi è la presenza di un stipite non molto pronunciato, completamente interrato e munito di evidenti rizomorfe. Di consistenza dura, ha la gleba nerastra con sottili venature bianche. Spore subglobose 8-12 µm decorate da creste che formano un reticolo più o meno completo. Presenza di GAF nei tessuti esaminati. Macroscopicamente gli è molto vicino Scleroderma areolatum Ehrenb. il quale si differenzia per le spore non reticolare e per l'assenza di GAF. Tra gli Scledoderma contraddistinti da GAF vi sono Scleroderma citrinum Pers. : Pers. e Scleroderma meridionale Demoulin & Malencon i quali si distinguono tendenzialmente per una colorazione giallastra dei carpofori e per una superficie peridiale molto più decorata. Inoltre il primo si separa per un peridio molto più spesso (può arrivare anche 5 mm) e il secondo per un evidente psudostipite. Spore subglobose 8-12 µm decorate da creste che formano un reticolo più o meno completo. Osservazione in acqua a 1000×. Presenza di GAF nei tessuti. Osservzione in Rosso Congo a 1000×.
  15. Stefano Rocchi

    2018.05 - Umbria - Tutor Luigi

    Resupinatus trichotis (Pers.) Singer; Regione Umbria; Maggio 2018; Foto e microscopia di Stefano Rocchi. Su ramo marcescente a terra di Faggio. Fungo di aspetto crepitodoide di colore grigiastro, con il cappello largo circa un cm negli esemplari più grandi, a forma di tazza rovesciata o di ventaglio, con la superficie feltrata e cosparsa di peli prima grigiastri e poi neri, presenti soprattutto verso l'attaccatura del legno. Lamelle sempre grigiastre, sinuose, abbastanza spesse e mediamente spaziate, le quali confluiscono in un punto in via radiale o laterale, ove corrisponde l’attaccatura al substrato di crescita. Spore subglobose 4,2-5,5 × 3,6-5,2 µm; Qm 1,1. Resupinatus applicatus (Batsch : Fr.) Gray si distingue per le dimensioni tendenzialmente minori e per l'assenza di peli neri sul pileo. (Exsiccatum SR20180526-01) Spore subglobose 4,2-5,5 × 3,6-5,2 µm; Qm 1,1. Osservazione in acqua a 1000×. Osservazione in Melzer a 1000×-
×

Important Information