Jump to content

Stefano Rocchi

Soci AMINT CSM
  • Content Count

    5,353
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Stefano Rocchi

  1. Bene, vi ringrazio! L'univocità degli autorevoli interventi non lascia dubbi! Stefano
  2. Fungo rinvenuto sotto Quercia e Carpino alla fine di ottobre di quest'anno. Cappello (5-7 cm) prima globoso, convesso poi piano a completa maturazione; leggermente involuto al bordo. Cuticola liscia, asciutta, separabile dalla carne per mezzo raggio; di colore ocraceo-giallastro con alcune macchie aranciate. Lamelle adnate o decorrenti per un dentino, all’inizio bianco-perla, grigiastre, poi crema, senape, sfumate di violetto, infine cannella e marroni; sono qua e la puntinate di giallastro, hanno il filo più chiaro e leggermente crenulato, con presenza di numerose lamellule. Gambo (1,5-7 cm) biancastro, nettamente bianco e forforaceo all'apice, pieno, sfumato di giallastro, ricoperto al centro di una cortina prima biancastra poi marrone per via del deposito sporale; base bulbosa napiforme ed appuntita. Carne biancastra, leggermente sfumata di grigio-violaceo negli esemplari giovani; è consistente, soda ma fragile nel cappello. Odore subnullo o leggermente rafanaiode; sapore erbaceo e dopo lunga masticazione anche fungino e un po’ astringente. Reazione nulla all’Idrossido di Potassio (KOH) sia sulla carne che sulla cuticola. Spore 9,5-11,9 × 5,5-6,5 µm, citriformi e verrucose. Basidi banali, tetrasporici ma anche bisporici. Pileipellis composta da ife con pigmento incrostante e intracellulare giallo. Ho ipotizzato Cortinarius delaportei o può essere anche qualcos'altro? Stefano La reazione nulla della cuticola all'Idrossido di potassio. La reazione nulla della carne all'Idrossido di potassio. Spore 9,5-11,9 × 5,5-6,5 µm, citriformi e verrucose. Spore da sporata 1000× in acqua quelle superiori e in Melzer quelle inferiori. Basidi banali, tetrasporici ma anche bisporici. 1000× in Floxina. Pileipellis composta da ife con pigmento incrostante e intracellulare giallo. 1000× in acqua. Pileipellis composta da ife con pigmento incrostante e intracellulare giallo. 1000× in Floxina.
  3. Ciao Giovanni! Per me la tua ipotesi è corretta! Stefano
  4. Leucopaxillus gentianeus (Quél.) Kotlaba; Regione Umbria; Dicembre 2015; Foto e Microscopia di Stefano Rocchi. Cappello tomentoso, leggermente costolato al bordo, lamelle molto fitte bianche, netto odore di farina e sapore amaro. Sporata bianca, spore subglobose con fini puntinature amiloidi, 4,4-5,8 × 4,1-5,2 µm; Qm = 1,6. Cistidi non osservati. Basidi tetrasporici clavati e slanciati. Pileipellis con carattere intermedio cutis-trichoderma. Presenza di GAF nei tessuti. Microscopia Spore da sporata, subglobose con fini puntinature amiloidi, 4,4-5,8 × 4,1-5,2 µm; Qm = 1,6. Osservazione in Melzer a 1000×. Basidi tetrasporici clavati e slanciati. Osservazione in Mercuriocromo a 1000×. Pileipellis con carattere intermedio cutis-trichoderma. Osservazione in Mercuriocromo a 400×.
  5. Melanoleuca melaleuca (Pers.: Fr.) Murrill; Regione Umbria; Dicembre 2014; Foto e Microscopia di Stefano Rocchi. Trovati sul prato di in un giardino casalingo: odore e sapore non significativi, cuticola liscia, lamelle bianche che con il tempo tendono a divenire ocra-giallastre; gambo ritorto finemente fibrilloso, non fioccoso ma solo furfuraceo all'apice. Carne bianca con sfumature ocra e imbrunente alla base del gambo. Spore ellissoidali, finemente verrucose, 7,3-9 × 4,3-5,5 µm; Qm = 1,6. Cheilocistidi fusiformi non settati e con all'apice spesso cristalli, caulocistidi più stretti e lunghi sempre con cristalli all'apice, osservati insieme a peli clavati e anche filiformi. Microscopia Spore da sporata, ellissoidali, finemente verrucose, 7,3-9 × 4,3-5,5 µm; Qm = 1,6. Osservazione in Floxina a 1000×. Basidi tetrasporici, cheilocistidi fusiformi non settati e con all'apice spesso cristalli. Osservazione in Floxina a 400×. Caulocistidi stretti e allungati sempre con cristalli all'apice. Osservazione in Floxina a 400×. Caulopellis clavati ed anche filiformi. Osservazione in Floxina a 400×. Osservazione in Floxina a 1000×. Pileipellis. Osservazione in Floxina a 1000×.
  6. Leccinellum crocipodium (Letell.) Della Maggiora & Trassin.; Regione Umbria; Dicembre 2015; Foto e Microscopia di Stefano Rocchi. Rinvenuto sotto bosco misto di Quercia, Carpino e Orniello. Fungo dalla carne che al taglio vira lentamente al rosa. Spore fusoidi, alcune con delle guttule all’interno,13,1-19,2 × 5,4-6,5 µm; Qm = 2,7. Microscopia Spore da sporata, fusoidi, alcune con delle guttule all’interno,13,1-19,2 × 5,4-6,5 µm; Qm = 2,7. Osservazione in acqua a 1000×.
  7. Lactarius mediterraneensis Listosella & Bellù; Regione Umbria; Dicembre 2015; Foto e microscopia di Stefano Rocchi. Sotto Leccio, esemplari di grandi dimensioni, il più grande 22 cm. Cappello convesso, poi imbutiforme, infine piano con depressione centrale; di colore crema-ocraceo, con il margine involuto e decorato da evidenti scrobicoli di tonalità più intense. Al centro del pileo vi è del terriccio come incollato per via della viscosità che ha contraddistinto i giovani carpofori. Lamelle adnate-decorrenti, forcate al gambo, di colore crema-arancio con riflesso rosa. Gambo cilindrico o attenuato verso il basso, molto sodo, liscio, biancastro o lievemente ocra. Carne compatta, dura, biancastra o leggermente crema, la quale secerne un latice scarso più o meno acre, bianco e presto virante al giallastro. Odore leggermente fruttato e sapore abbastanza acre. Spore subglobose e decorate da un reticolo quasi completo, 8,7-12,1 × 8,6-10,7 µm; Qm = 1,1. Lactarius zonarius (Bull.) Fr. e Lactarius acerrimus Britzelmayr, si distinguono per avere il latice bianco non virante al giallo e per il margine del cappello di norma non decorato da scrobicoli. Gli scrobicoli del margine del cappello. Il gambo liscio e biancastro che contrasta con le lamelle ocracee. Le lamelle anastomosate al gambo. La carne compatta crema-biancastra. Il latice che vira dal bianco al giallastro. Microscopia Spore subglobose e decorate da un reticolo quasi completo, 8,7-12,1 × 8,6-10,7 µm; Qm = 1,1. Osservazione in Melzer a 1000×.
  8. Russula fragilis (Pers.: Fr.) Fr.; Regione Umbria; Dicembre 2015; Foto e microscopia di Stefano Rocchi. Sotto querce e carpini, Russula dalla tipica carne fragile. Spore subglobose e finemente reticolate, 7,6-8,4 × 6,1-7,6 µm; Qm = 1,2. Peli della cuticola gracili e sottili. Dermatocistidi abbondanti a forma di clava. Reazione subnulla alla Tintura di Guaiaco e rosa al Solfato ferroso FeSO4; Microscopia Spore da sporata, subglobose e finemente reticolate, 7,6-8,4 × 6,1-7,6 µm; Qm = 1,2. Osservazione in Melzer a 1000×. Basidi banali tetrasporici. Osservazione in Mercurocromo a 1000×. Cheilocistidi fusiformi e appendicolati. Osservazione in Floxina a 400×. Cheilocistidi fusiformi e appendicolati. Osservazione in Rosso Congo ammoniacale a 400×. Peli della cuticola gracili e sottili. Dermatocistidi abbondanti a forma di clava. Osservazione in Rosso Congo ammoniacale a 400×.
  9. Abortiporus biennis (Bull.: Fr.) Singer; Regione Umbria; Novembre 2015; Foto e microscopia di Stefano Rocchi. Su ceppaia di Pino, in una delle sue forme tipiche. Spore da ellittiche a largamente ellissoidali, 5,2-6,5 × 3,4-4,5 µm; Qm = 1,5. I pori molto irregolari tendenti a formare un labirinto. La fascia corrugata che spesso contraddistingue il margine dell'imenoforo. La carne biancastra o leggermente rosata. La reazione verdognola all'Idrossido di potassio (KOH) sia sulla superficie pileica che sulla carne. Microscopia Spore da sporata, da ellittiche a largamente ellissoidali, 5,2-6,5 × 3,4-4,5 µm; Qm = 1,5. Osservazione in Melzer a 1000×. Osservazione in Lugol a 1000×.
  10. Cyclocybe aegerita (V. Brig.) Vizzini = Agrocybe aegerita (V. Brig.) Fayod = Pholiota aegerita (V.Brig.) Quél.; Regione Umbria; Novembre 2015; Foto di Stefano Rocchi. Il particolare dell'anello ampio, membranoso e persistente.
  11. Tuber aestivum Vittadini fo. uncinatum (Chatin) Montecchi & Borrelli; Regione Umbria; Novembre 2015; Foto di Stefano Rocchi. Fungo ipogeo tardo autunnale, caratterizzato da un peridio nero ornato da verruche fessurate in rilievo di forma tronco-poligonale e da una gleba di aspetto marmorizzato, percorsa da venature sterili bianco-crema e con la parte fertile bruno-nocciola. Odore buono, forte e penetrante.
  12. Lactarius sanguifluus (Paulet) Fr.; Regione Umbria; Novembre 2015; Foto e microscopia di Stefano Rocchi. Sotto una piccola pineta di pianura: cappello piano, un po' depresso al centro di colore bruno-arancio macchiato di verde; lamelle arancio-rosate, anastomosate-forcate al gambo; gambo corto, attenuato in basso, di colore rosa-arancio vinoso, cosparso di una fine pruina e scrobicolato; carne cassante con latice di colore rosso-sangue, vinoso. Odore grato e sapore mite o leggermente acre. Sporata crema. Spore 8,3-9,8 × 6,7-7,7 µm; Qm = 1,3, ovoidali con verruche che formano un reticolo più o meno completo. Microscopia Spore da sporata, ovoidali con verruche che formano un reticolo più o meno completo, 8,3-9,8 × 6,7-7,7 µm; Qm = 1,3. Osservazione in Melzer a 1000×. Spore da sporata, in Melzer con successivo lavaggio con Cloralio idrato. Osservazione a 1000×. Accanto ai campioni sopra descritti vi era altro Lactarius più piccolo (che ho attribuito a Lactarius sanguifluus var. violaceus (Barla) Basso), dal latice diverso, più scuro, violaceo, con il cappello biancastro, pruinoso, sempre macchiato di verde. Sporata analoga. Spore un po' più piccole: 7,3-8,5 × 5,9-7 µm; Qm = 1,3, di forma e ornamentazione simile alla specie tipo di cui sopra. Spore da sporata, ovoidale, reticolate, 7,3-8,5 × 5,9-7 µm; Qm = 1,3. Osservazione in melzer a 1000×. Spore da sporata, in Melzer con successivo lavaggio con Cloralio idrato. Osservazione a 1000×. La differenza del colore del latice dopo diversi minuti e appena sezionato il campione.
  13. Clitocybe nebularis (Batsch: Fr.) Kummer; Regione Umbria; Novembre 2015; Foto e microscopia di Stefano Rocchi. Bosco misto di Pini e Querce. Spore da sporata, ellittiche, cianofile, 5,8-7,1 × 3,8-4,3 µm; Qm=1,6. Microscopia Spore da sporata, ellittiche, cianofile, 5,8-7,1 × 3,8-4,3 µm; Qm=1,6. Osservazione in Floxina a 1000×. La reazione cianofila delle spore con il Blu di cotone. Cuticola formata da ife distese, poco settate. Osservazione in Floxina a 400×. Osservazione in Floxina a 1000×.
  14. Coprinellus disseminatus (Pers.: Fr.) J.E. Lange; Regione Umbria; Novembre 2015; Foto e microscopia di Stefano Rocchi. Su ceppaia di Mimosa. Colonia numerosissima comparsa venerdì scorso e oggi alla completa maturazione. Spore 6,9-8,4 × 4,4-5,3 µm; Qm=1,6; ellissoidi, amigdaliformi, con apicolo ed evidente poro germinativo. Quattro giorni fa. Oggi. Le scanalature del cappello con il centro pubescente. Le lamelle rade, viola-nerastre. Il gambo pubescente sul quale si è condensata umidità. Microscopia Spore da sporata, ellissoidi, amigdaliformi, con apicolo ed evidente poro germinativo, 6,9-8,4 × 4,4-5,3 µm; Qm = 1,6. Osservazione in acqua a 1000×.
  15. Tuber excavatum Vittadini; Regione Umbria; Novembre 2015; Foto e microscopia di Stefano Rocchi. Sotto terra nei pressi di una Quercia. Fungo di piccole dimensioni, subsferico o di forma irregolare, di colore ocraceo-rossiccio, caratterizzato da tipiche cavità che si sviluppano sia all'interno che all'esterno del carpoforo. Carne dura, asciutta, di colore ocraceo con venature biancastre quasi concentriche. Spore ellittiche, 45,7-54,4 × 31,1-41,5 µm; Qm = 1,4, nocciola-brunastre, ornate da un reticolo marcato e con evidenti creste. Aschi subglobosi, con peduncolo basale, contenenti da uno a cinque spore. Microscopia Spore ellittiche, 45,7-54,4 × 31,1-41,5 µm; Qm = 1,4, nocciola-brunastre, ornate da un reticolo marcato e con evidenti creste. Osservazione in Floxina a 400×. Il peduncolo basale dell'asco. Osservazione in Floxina a 400×. Le spore crestate. Osservazione in Floxina a 1000×. Asco subgloboso quadrisporico. Osservazione in Floxina a 1000×.
  16. Tuber magnatum Pico; Regione Umbria; Novembre 2015; Foto di Stefano Rocchi. Sulle colline tra Nocera Umbra e Assisi nei pressi di Querce.
×
×
  • Create New...

Important Information