Jump to content

Stefano Rocchi

Soci AMINT CSM
  • Content Count

    5,255
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Stefano Rocchi

  1. Ciao Brumo, Russula rubra non può essere perché ha carne piccante! Stefano
  2. Tanti Auguri di Buon Compleanno! Stefano
  3. Amanita vaginata (Bull.: Fr.) Vittadini; Regione Umbria; Giugno 2016; Foto di Stefano Rocchi. (exsiccata SR20160618_01_SOIO) Fungo dal cappello tipicamente bruno-grigio, umbonato e nettamente striato al margine. Gambo con base allargata ma non bulbosa, finemente zebrato. Volva alta e inguainante. Spore sferiche, lisce, 8,3-10,8 × 7,8-10,6; Qm = 1. La simile Amanita mairei Foley, si distingue per avere le spore ellittiche. Spore sferiche, lisce, 8,3-10,8 × 7,8-10,6; Qm = 1. Spore da sporata. Osservazione 1000× in Lugol.
  4. Russula vesca Fries; Regione Umbria; Giugno 2016; Foto di Stefano Rocchi.
  5. Hygrocybe acutoconica (Clem.) Singer; Regione Umbria; Giugno 2016; Foto e microscopia di Stefano Rocchi. = Hygrocybe persistens var. konradii (R. Haller Aar.) Boertm. = Hygrocybe konradii R. Haller Aar. (exsiccata SR20160616_02_ARME). Rinvenuta sotto quercia e carpino in una fedele stazione di crescita. Nessun annerimento evidente. Spore 7,4-11,4 × 6,5-10,2 µm; Qm = 1,2, da ellittico-ovoidali a subglobose. La forma delle spore indirizza il ritrovamento con tutta evidenza verso Hygrocybe acutoconica f. subglobispora (P.D. Orton) Boertm. Spore 7,4-11,4 × 6,5-10,2 µm; Qm = 1,2, da ellittico-ovoidali a subglobose. Spore da sporata. Osservazione 1000× in Lugol.
  6. Infundibulicybe gibba (Pers.: Fr.) Harmaja; Regione Umbria; Giugno 2016; Foto e microscopia di Stefano Rocchi. (exsiccata SR20160616_01_ARME) Rinvenuta in un boschetto di querce e carpini. Fungo dall'odore cianico il cui capello ha una reazione neutra o lievemente giallastra all'Idrossido di potassio (KOH). Spore 5,4-7,4 × 3,7-4,8 µm; Qm = 1,5, a forma di lacrima. La simile Infundibulicybe mediterranea Vizzini, Contu & Musumeci, predilige i boschi di Sughero e Leccio, ha il gambo più scuro, simile al colore del cappello, ha un odore fungino e ha le spore un po' più piccole. Infundibulicybe costata (Kühner & Romagnesi) Harmaja ha una reazione bruno scura a contatto con il KOH. La reazione neutra o lievemente giallastra con una goccia di Idrossido fi potassio (KOH). Spore 5,4-7,4 × 3,7-4,8 µm; Qm = 1,5, a forma di lacrima. Spore da sporata. Osservazione 1000× in Lugol.
  7. Crinipellis scabella (Alb. & Schwein.) Murrill; Regione Umbria; Giugno 2016; Foto, descrizione e microscopia di Stefano Rocchi. (exsiccata SR20160610_01_SOIO) Fungo dalle piccole dimensioni con il cappello ricoperto da peli rossastri disposti a raggiera e a zone concentriche, tendenti a riunirsi soprattutto al bordo. Lamelle mediamente spaziate, da adnate a libere al gambo, prima bianche poi crema pallido. Gambo esile, di color rosso-brunastro, più chiaro all’apice e ricoperto da peluria dello stesso colore. Spore 6,6-8 × 4,3-5,1 µm; Qm = 1,6, di forma largamente ellissoidale, non destrinoidi e non amiloidi. Cheilocistidi da clavati a fusiformi ma anche difformi. Peli cuticolari cilindrici, affusolati, appuntiti all’apice, senza evidente reazione verdastra con l'Idrossido di potassio (KOH). Rari quelli con pretuberanze. I peli riuniti al bordo del cappello. Spore 6,6-8 × 4,3-5,1 µm; Qm = 1,6, di forma largamente ellissoidale, non destrinoidi e non amiloidi. Osservazione 1000× in Melzer. Cheilocistidi da clavati a fusiformi ma anche difformi. Osservazione 400× in Rosso Congo. Osservazione 1000× in Rosso Congo. Peli cuticolari cilindrici, affusolati, appuntiti all’apice. Rari quelli con pretuberanze. Osservazione 40× in Rosso Congo. Osservazione 400× in Rosso Congo. Osservazione 1000× in Rosso Congo. Osservazione a 1000× in KOH al 5%.
  8. Ciao Tom e Gio! Vi ringrazio! Ho letto che è sempre in movimento, in questo caso è stata abbastanza tranquilla e si è messa quasi in posa! Stefano
  9. Vanessa atalanta L. (1758); Spello (PG); 23/06/2016; Foto di Stefano Rocchi. Su giardino privato.
  10. Amata phegea L. (1758); Assisi (PG); 25/06/2016; Foto di Stefano Rocchi. Rinvenuta in un bosco collinare alle falde del Monte Subasio. La simile Zygaena ephialtes L. (1767): ha il corpo più tozzo; ha i puntini sulle ali anteriori dietro alla testa gialli e non bianchi; non ha il secondo collarino giallo subito dietro la testa; ha le antenne bianche solo sulla punta e non sull'ultimo quarto come in Amata phegea.
  11. Arctia villica L. (1758); Spello (PG); 04/06/2016; Foto di Stefano Rocchi.
  12. Stupende Giuliano e belle foto! Stefano
  13. Cantharellus subpruinosus Eyssart. & Buyck.; Regione Umbria; Giugno 2016; Foto di Stefano Rocchi.
  14. Agaricus silvicola (Vitt.) Peck; Regione Umbria; Giugno 2016; Foto e microscopia di Stefano Rocchi. (exsiccata SR20160604_02_SOIO) Rinvenuto isolato sotto castagno. Fungo maturo, dal cappello appiattito, bianco satinato e tendenza ad ingiallire. Lamelle grigio-rosa. Gambo dalla tipica base bulbosa difforme, appiattita. Odore di noce o mandorle amare. Spore lisce, ellissoidali, 5,3-6,9 × 3,6-4,8 µm; Qm = 1,4. Cheilocistidi subglobosi, piriformi, talvolta catenulati. Gambo dalla tipica base bulbosa difforme, appiattita. Spore lisce, ellissoidali, 5,3-6,9 × 3,6-4,8 µm; Qm = 1,4. Spore da sporata. Osservazione 1000× in acqua. Cheilocistidi subglobosi, piriformi, talvolta catenulati. Osservazione 400× in Rosso Congo. Osservazione 1000× in Rosso Congo.
  15. Tanti Auguri Roberto! 🎂 Stefano
  16. Aggiungo che Russula medullata non ha sfumature rosa sul gambo. Stefano
  17. Lactarius acerrimus Britzelmayr; Regione Umbria; Giugno 2016; Foto e microscopia di Stefano Rocchi. (exsiccata SR20160604_01_BOCA) Descrizione Cappello irregolare, lobato, di colore isabella, ocra-biancastro, tendente leggermente ad imbrunire e con la presenza di lievi zonature al bordo. Lamelle appena decorrenti, un po' arcuate, mediamente spaziate, di colore crema-rosato, tipicamente intervenate-anastomosate ed anche forcate in prossimità del gambo. Piede corto, pieno, sodo, di colore biancastro-crema, di norma senza scrobicoli e macchiato di bruno-rossiccio. Carne soda, bianca con tendenza a divenire leggermente rosata. Reazione verdastra alla Tintura di guaiaco. Odore fruttato o di composta di frutta. Sapore acre bruciante. Latice bianco immutabile, poco abbondante e molto acre. Sporata crema-rosata. Microscopia Spore 9,6-15 × 8,6-11,9 µm; Qm = 1,1, di forma sferica o ellissoidale, non reticolate ma munite di brevi creste poco connesse, frammiste a verruche isolate; ornamentazioni alte da 1 a 1,5 µm. Basidi bisporici; cheilocistidi affusolati ed appendicolati. Osservazioni Trattasi di un fungo abbastanza comune il quale si associa a latifoglie come Quercia e Castagno, prediligendo terreni calcarei. Gli elementi utili per la sua determinazione sono: il riflesso rosato delle lamelle e la loro increspatura, l'acredine bruciante della carne la quale permane in bocca per alcune ore, il latice bianco immutabile e comunque le spore grandi e i basidi bisporici. Le specie simili sono: Lactarius evosmus Kühner & Romagn. il quale si distingue per le lamelle fitte senza riflessi rosati, per l'associarsi anche al Pioppo e al Salice e per le spore più piccole e le ornamentazioni più basse; Lactarius zonarius (Bull.) Fr. il quale si differenzia per il cappello distintamente zonato, per le lamelle piuttosto fitte e regolari e per le spore più piccole; Lactarius illyricus Piltaver il quale si distingue per il cappello di norma non zonato, per vegetare anche sotto al Faggio e per le spore più piccole; Lactarius bresadolanus Singer il quale si differenzia per l'habitat esclusivo alpino, in particolare sotto Abete rosso; Lactarius mediterraneensis Llistos. & Bellù il quale si distingue per i colori più vivi, per la presenza di evidenti scrobicoli al bordo del cappello, per l'associarsi al Leccio e per il latice bianco ma virante al giallo. Ritrovamento di unico esemplare in radura erbosa nei pressi di Quercia. Le lamelle dai riflessi rosati, intervenate-anastomosate, tipiche della specie. La reazione verdastra della carne alla Tintura di guaiaco. Spore 9,6-15 × 8,6-11,9 µm; Qm = 1,1, di forma sferica o ellissoidale, non reticolate ma munite di brevi creste poco connesse, frammiste a verruche isolate; ornamentazioni alte da 1 a 1,5 µm. Spore da sporata. Osservazione 1000× in Melzer. Basidi bisporici. Osservazione 400× in Rosso Congo. Cheilocistidi affusolati ed appendicolati. Osservazione 400× in Rosso Congo. Osservazione 1000× in Rosso Congo.
  18. Anch'io sempre trovato in boschi misti di Quercia e Carpino. In effetti il Cetto da come habitat boschi di conifere, però nella foto ci sono latifoglie. Stefano
  19. Ciao dudu Lyophyllum rhopalopodium cresce anche nei boschi di latifoglia! Stefano
×
×
  • Create New...

Important Information