Jump to content

Gruppo Botanico AMINT

CS AMINT
  • Content Count

    11,787
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Gruppo Botanico AMINT

  1. Silene acaulis (L.) Jacq. subsp. acaulis. Regione Valle d'Aosta, 2000 m s.l.m., Giugno 2011, foto di Giomalvi.
  2. Silene acaulis (L.) Jacq. subsp. acaulis = Cucubalus acaulis; Silene acaulis subsp. longiscapa (Kerner) Hayek Tassonomia Ordine: Caryophyllales Famiglia: Caryophyllaceae Nome italiano Pan di marmotta, Silene a cuscinetto. Foto e descrizione Pianta erbacea perenne, glabra, pulviniforme, alta fino a 5 cm. Fusti sotterranei, legnosi dai quali si sviluppano steli brevi 2-6 cm, semplici, nudi o con 1 solo paio di foglie; foglie basali di piccole dimensioni, serrate in dense rosette, lineari-lanceolate, ciliate al margine. Fiori solitari posti all’apice dei corti steli, ermafroditi o dioici, pentameri; calice corto, sinsepalo, violaceo, di forma tubulare a base tronca, 10 nervature evidenti; corolla con petali spatolati, leggermente bilobi, di colore variabile dal rosa al violetto, talvolta bianchi. 10 stami, 3 stili, gineceo supero. Il frutto è una capsula triloculare, ovoidale, deiscente, lunga circa 1 cm. Cresce su rupi, pascoli sassosi e zolle erbose pioniere. In Italia è presente su tutto l’arco alpino e nell’Appennino settentrionale e centrale. Fiorisce da maggio ad agosto, da 1600 a 3700 m s.l.m..otta, Silene a cuscinetto. Nota: in Italia sono presenti 2 subspecie; Silene acaulis subsp. bryoides (Jord.) Nyman (= Silene acaulis subsp. exscapa (All.) Br.-Bl.) con peduncoli fiorali quasi nulli, foglie brevissime e base del calice conica; Silene acaulis subsp. cenisia Vierh. con foglie basali patenti e disposte a raggio. Regione Valle d'Aosta, 2000 m s.l.m., Giugno 2011, foto di Giomalvi.
  3. Sempervivum montanum L. subsp montanum. Regione Trentino Alto Adige, 2000 m s.l.m., Luglio 2008, foto di Gianni Bonini.
  4. Sempervivum montanum L. subsp montanum. Regione Trentino Alto Adige, 2000 m s.l.m., Luglio 2008, foto di Gianni Bonini.
  5. Sempervivum montanum L. subsp montanum. Regione Valle d'Aosta, 2200 m s.l.m., Luglio 2014, foto di Giomalvi.
  6. Sempervivum montanum L. subsp montanum. Regione Valle d'Aosta, 2200 m s.l.m., Luglio 2014, foto di Giomalvi.
  7. Sempervivum montanum L. subsp montanum. Regione Valle d'Aosta, 2200 m s.l.m., Luglio 2014, foto di Giomalvi.
  8. Sempervivum montanum L. subsp montanum. Regione Valle d'Aosta, 2000 m s.l.m., Luglio 2005, foto di Giomalvi.
  9. empervivum montanum L. subsp montanum. Regione Trentino Alto Adige, 2000 m s.l.m., Luglio 2008, foto di Gianni Bonini.
  10. Sempervivum montanum L. subsp montanum. Regione Trentino Alto Adige, 2000 m s.l.m., Luglio 2008, foto di Gianni Bonini.
  11. Sempervivum montanum L. subsp montanum. Regione Trentino Alto Adige, 2000 m s.l.m., Luglio 2008, foto di Gianni Bonini.
  12. Sempervivum montanum L. subsp montanum Tassonomia Ordine: Saxifragales Famiglia: Crassulaceae Nome italiano Semprevivo dei monti. Foto e descrizione Pianta succulenta, erbacea, perenne, stolonifera, alta fino a 20 cm; le rosette di 2-4 cm di diametro, formano cespi compatti attorno alla pianta madre; foglie delle rosette poco numerose, aperte, più o meno lanceolate, lineari, verdi, con caratteristico odore di muschio, entrambe le pagine sono ricoperte da peli brevi e ghiandolosi; caule semplice, eretto, con abbondanti foglie dalla forma ellittica o ovata, acute ma non acuminate, alterne, pubescenti, rossastre all’apice. Infiorescenza corimbosa, terminale, con 3-6 fiori; calice pubescente-ghiandoloso, segmenti lanceolati e purpurei; corolla formata da 11-15 petali lanceolati-acuminati, color rosa-lilla, con venatura purpurea al centro. Stami con filamenti e antere purpuree, ovario giallo-verde, lucido. I frutti sono dei follicoli eretti. Cresce su rupi, pascoli, pendii aridi e soleggiati. In Italia è presente nelle seguenti regioni: Valle d'Aosta, Piemonte, Lombardia, Trentino Alto Adige, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Emilia Romagna e Toscana. Fiorisce in luglio-agosto da 1500 a 2600 m s.l.m.. Note: nelle regioni occidentali italiane è presente la sottospecie Sempervivum montanum subsp. burnatii (Hayek) Wettst. la quale si differenzia per le rosette basali di dimensioni maggiori composte da foglie ovate, spatolate. Regione Piemonte, 1900 m s.l.m., Luglio 2010, foto di Alessandro Remorini.
  13. Delphinium staphysagria L. = Delphinium staphisagria L. Tassonomia Ordine: Ranunculales Famiglia: Ranunculaceae Nome italiano Speronella stafisagria. Foto e descrizione Pianta erbacea annuale alta 45-100 cm. Radice rizomatosa di grosse dimensioni, fibrosa; fusto con abbondanti peli patenti vellutati, robusto, eretto, semplice o ramificato, fistoloso. Foglie 4-8,5 × 6-15,5 cm, lungamente picciolate e pubescenti, palmatifide con 5-9 segmenti larghi, incisi o interi nelle foglie superiori. Infiorescenza a racemo lasso, multifloro, con pedicelli pubescenti muniti alla base di 2-3 bratteole lineari; fiori zigomorfi, ermafroditi, pubescenti, perianzio esterno petaloideo di colore azzurro o blu-violetto, con 5 sepali liberi, il sepalo superiore con sperone corto, ottuso e bifido; 4 petali liberi, 2 superiori nettariferi, pelosi sul dorso e 2 laterali glabri, obovali, con base cuneata. Il frutto è un follicolo vellutato, deiscente, contenente pochi semi scuri, reticolati e rugosi. Cresce nei megaforbieti, ai bordi dei campi e nelle garighe a substrato calcareo. In Italia è presente nelle seguenti regioni: Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Campania, Puglia, Basilicata, Sicilia e Sardegna. Fiorisce in aprile-maggio da 0 a 800 m s.l.m.. Regione Toscana, 100 m s.l.m., Giugno 2013, foto di Ezio Sacchi.
  14. Echinophora spinosa L., Regione Sicilia, 0 m s.l.m., Giugno 2010, foto di Antonino Giacalone.
  15. Echinophora spinosa L., Regione Sicilia, 0 m s.l.m., Giugno 2010, foto di Antonino Giacalone.
  16. Echinophora spinosa L., Regione Sicilia, 0 m s.l.m., Giugno 2010, foto di Antonino Giacalone.
  17. Echinophora spinosa L., Regione Sardegna, 0 m s.l.m., Luglio 2006, foto di Giovanni Solinas.
  18. Echinophora spinosa L. Tassonomia Ordine: Apiales Famiglia: Apiaceae Nome italiano Finocchio litorale spinoso. Foto e descrizione Pianta erbacea spinosa perenne alta fino a 70 cm, che si espande fino a un metro di diametro, la radice è sotterranea e rizomatosa. Il fusto è robusto ed eretto, solcato, serpeggiante, con numerose ramificazioni alterne; le foglie hanno una guaina basale biancastra, divise fino al nervo mediano in 10 segmenti opposti, sono di forma lineare o lanceolata e trilaterali, terminanti in una spina apicale; le foglie cauline inferiori sono amplessicauli e con una guaina rigonfia. L'infiorescenza è un racemo apicale composto da raggi disuguali lunghi fino a 8 cm, il calice è spinoso, i fiori hanno 5 petali di colore bianco con una striscia purpurea, sono tutti maschili tranne il centrale che è monoclino; lo stilo è bifido. Il frutto di consistenza spugnosa è totalmente incluso nel ricettacolo ingrossato e porta un solo mericarpo. Fiorisce da giugno a settembre, da 0 a 50 m s.l.m., sugli arenili marittimi e sulle dune sabbiose. Presente in tutta Italia ad esclusione di Valle d'Aosta, Piemonte, Lombardia, Trentino Alto Adige e Umbria. Note: cresce associato ad altre essenze marittime quali Medicago maritima L., Eryngium maritimum L. e Calystegia soldanella L. Regione Sardegna, 0 m s.l.m., Luglio 2006, foto di Giovanni Solinas.
  19. Nonea pulla (L.) DC. Regione Valle d'Aosta, 1650 m s.l.m., Settembre 2013, foto di Giomalvi.
  20. Nonea pulla (L.) DC. Regione Valle d'Aosta, 1650 m s.l.m., Settembre 2013, foto di Giomalvi.
×
×
  • Create New...

Important Information